La Vitamina C nella prevenzione del Coronavirus

vitamina-c-prevenzione-del-coronavirus

Tra i tanti approcci alla prevenzione del Coronavirus 2019 (COVID-19), il possibile ruolo della nutrizione è stato finora piuttosto sottovalutato; in particolare modo quello che la Vitamina C svolge nella prevenzione del Coronavirus.

L’importanza dell’alimentazione

Gli alimenti sono molto ricchi di sostanze con un potenziale effetto benefico sulla salute; alcune di queste potrebbero avere un’azione antivirale o essere importanti nel modulare il sistema immunitario e nel difendere le cellule dallo stress ossidativo associato all’infezione.

I flavonoidi e le loro proprietà

Questa rassegna richiama l’attenzione su alcune sostanze degli agrumi, e in particolare dell’arancia (Citrus sinensis), frutto ben noto per il suo contenuto di vitamine e flavonoidi. Tra i flavonoidi, l’esperidina ha recentemente attirato l’attenzione dei ricercatori, perché si lega alle proteine-chiave del virus SARS-CoV-2. Vari metodi computazionali, applicati indipendentemente da diversi ricercatori, hanno dimostrato che l’esperidina ha una facilità di legame sia con la proteina “spike” del coronavirus, sia con la proteasi principale; essa trasforma le prime proteine del virus (pp1a e ppa1b) nel complesso responsabile per la replicazione virale. L’energia di legame dell’esperidina a questi importanti elementi è inferiore a quella di lopinavir, ritonavir e indinavir: ciò suggerisce che potrebbe svolgere un’efficace azione antivirale. Inoltre, sia l’esperidina che l’acido ascorbico contrastano gli effetti dannosi per le cellule dei radicali liberi dell’ossigeno innescati dall’infezione e dall’infiammazione.

Vitamina C e sistema immunitario

La possibile efficacia preventiva della vitamina C, alla dose ottenibile dalla dieta, è oggetto di discussioni; recenti rassegne suggeriscono che questa sostanza può essere utile in caso di forte carico del sistema immunitario causato da malattie virali. In conclusione, metodi computazionali e studi di laboratorio supportano la necessità di intraprendere appositi studi preclinici, epidemiologici e sperimentali sui potenziali benefici dei componenti degli agrumi per la prevenzione delle malattie infettive, incluso COVID-19.

Per integrare la giusta quantità di Vitamina C e contribuire alla prevenzione del Coronavirus, potete affidarvi al OVF ROS C 1000:

https://parafarmaciaovf.it/5791-ovf-ros-c-1000.html

Fonti:

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/32823497/

9 pensieri su “La Vitamina C nella prevenzione del Coronavirus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *