ASTAXANTINA: ANTIOSSIDANTE E ANTINFIAMMATORIO

ASTAXANTINA: L’IMBATTIBILE ANTIOSSIDANTE E ANTINFIAMMATORIO DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE.
SORGE SPONTANEA UNA DOMANDA: PERCHÈ I MEDICI E I NEUROLOGI NON NE PARLANO?
L’astaxantina è per ora il più potente antiossidante trovato in natura. Supera la Barriera ematoencefalica e cattura i radicali liberi e forme reattive dell’ossigeno, protegge l’ossidazione degli acidi grassi nelle nostre membrane biologiche e allo stesso tempo aumenta l’efficienza dei nostri neuroni aumentando la velocità, resistenza e soprattutto la memoria.

COME FUNZIONA L’ASTAXANTINA?
Sono stati condotti diversi studi con lo scopo di comprendere il ruolo dell’astaxantina nel ridurre l’infiammazione. Come per molti anti-ossidanti, la proprietà anti-infiammatoria è legata proprio alla potente attività anti-ossidante.L’astaxantina sopprime una parte di mediatori dell’infiammazione, tra i quali tumor necrosis factor alpha (TNF-alfa), la principale prostaglandina e la principale interleuchina, l’ossido nitrico, gli enzimi COX-1 and COX-2. Impiega più tempo per produrre i propri effetti rispetto ai FANS, ma questo si traduce nella prerogativa di non causare pericolosi effetti collaterali.Come G. Cole, Professore di Medicina e Neurologia dell’UCLA, ha riportato su Newsweek Magazine, edizione speciale del 2005 “Mentre i farmaci anti-infiammatori solitamente bloccano una singola molecola bersaglio riducendone l’attività in modo drammatico, gli anti-infiammatori naturali modificano un più vasto range di composti infiammatori. E’ molto più sicuro ridurre del 30% in maniera sicura ed efficace cinque mediatori dell’infiammazione che ridurne uno solo del 100%.


LE PRINCIPALI PREROGATIVE DELL’ASTAXANTINA RISPETTO GLI ALTRI CAROTENOIDI ANTIOSSIDANTI SONO:
ATTRAVERSA LA BARRIERA EMATOENCEFALICA, APPORTANDO COSÌ ANTIOSSIDANTI ED UNA PROTEZIONE ANTI-INFIAMMATORIA AL CERVELLO.ATTRAVERSA LA BARRIERA EMATORETINICA, APPORTANDO ANTIOSSIDANTI ED UNA PROTEZIONE ANTI-INFIAMMATORIA AGLI OCCHI.VIAGGIA REALMENTE ATTRAVERSO TUTTO L’ORGANISMO, APPORTANDO UNA AZIONE ANTIOSSIDANTE ED ANTI-INFIAMMATORIA IN TUTTI GLI ORGANI E TESSUTI.POTENZIA LA MEMBRANA CELLULARESI LEGA AL TESSUTO MUSCOLARE FUNZIONA COME UN SUPER-ANTIOSSIDANTE, CHE RAPIDAMENTE ELIMINA I RADICALI LIBERI E NEUTRALIZZA LA RIORGANIZZAZIONE ELETTRONICA DELL’OSSIGENO.AUMENTA LA MEMORIA E CONCENTRAZIONERIDUCE IPERPLASIA PROSTATICA BENIGNABLOCCA INSIEME A OMEGA 3 LA PRODUZIONE DI ACIDO ARACHIDONICO MOLECOLA MOLTO PERICOLOSA CHE CAUSA INFIAMMAZIONE SILENTE


L’Astaxantina, soprattutto per la sua capacità di ridurre la perossidazione lipidica, riduce il colesterolo cattivo LDL , ha proprietà anti infiammatorie che la rendono estremamente utile nelle patologie cardiovascolari, nelle quali non è importante solo il livello di COLESTEROLO ma ANCHE LO STATO DI INFIAMMAZIONE DELL’ENDOTELIO con formazione di LDL ossidate.


Come sempre la natura è la nostra alleata nel prendersi cura del nostro benessere psicofisico, custodisce in sé risorse e segreti incredibili. Diverse ricerche scientifiche non fanno altro che confermare alcune delle tantissime potenzialità che la natura ci offre. L’Astaxantina è una di queste preziose risorse. E’ un antiossidante della famiglia dei carotenoidi (ne sono stati identificati più di 600) il più potente che la scienza abbia fino ad oggi scoperto, molto di più di quelli conosciuti normalmente: licopene, luteina, beta carotene etc.
L’attività di “spazzino dei radicali liberi” dell’Astaxantina protegge i lipidi dalla perossidazione e riduce il danno ossidativo del colesterolo LDL (riducendo la formazione di placche nelle arterie), delle cellule, delle membrane cellulari e delle membrane mitocondriali. L’Astaxantina aumenta la forza e la resistenza, rinforza il sistema immunitario aumentando il numero di cellule che producono anticorpi, le cellule T e le cellule T-helper. I carotenoidi sono divisi in due classi:Xantofille: di cui fa parte astaxantina, luteina, zeaxantina.Caroteni: di cui fa parte ad esempio il beta carotene.


L’ASTAXANTINA naturale viene estratta dalla microscopica alga Haematococcus Algae che può contenere fino a 40gr. per kilo di alga secca. Questa alga fa parte della alimentazione di vari animali, tra cui pesci, granchi, aragoste e non solo, ed è la responsabile del loro colore rosso.Un questionario svolto tra 247 persone, che assumono almeno 10 mg di Astaxantina, ha dimostrato che “oltre l’80% di loro, che soffriva di mal di schiena, dall’osteoartrite all’artrite reumatoide, ha riportato un miglioramento. L’Astaxantina ha dimostrato di essere benefica, anche, nel migliorare i sintomi dell’asma e dell’ipertrofia prostatica. Inoltre viene utilizzata sia come prevenzione che in tutte le patologie Neurodegenerative , trovando ottimi riscontri come aiuto nella memoria e concentrazione. Ottimo come antiossidante Endoteliale, inibisce lipoproteine Ossidate di consequenza abbassa il Colesterolo. Tutte queste condizioni hanno l’infiammazione come componente, che è strettamente legata al danno ossidativo”. (Guerin, et al, 2002)


La molecola di Astaxantina si differenzia da quella dei carotenoidi perché alla fine della sua molecola ha dei gruppi di Idrossile O e OH, e questo fa la piccola grande differenza in termini di capacità funzionali. I gruppi idrossilici cedono elettroni e vanno in risonanza e catturano i radicali liberi. Un autorevole studio scientifico, pubblicato su Marine Drugs, partito da una ricerca sulla popolazione ultracentenaria dell’isola di Okinawa in Giappone, ha dimostrato che l’astaxantina agisce come uno “spazzino” dei radicali liberi, principali responsabili dell’invecchiamento della pelle e della protezione solare schermando i raggi ultravioletti.
Attenzione ai vari integratori presenti in commercio. Controllare sempre che in etichetta venga specificato il quantitativo in mg di Haematococcus pluvialis, deve essere di almeno 200 mg titolato al 5 % per apportare Astaxantina 10 mg.
https://parafarmaciaovf.it/5106-astaxantina-300-cps.html

POSOLOGIA: 1 capsula al giorno di OVF ASTAXANTINA 10 mg insieme a 2 grammi di OVF OMEGA 3 activ plus, possibilmente ai pasti, per assimilare meglio le sostanze liposolubili. Non prendere mai Astaxantina la sera prima di andare a letto perché essendo un forte antiossidante potrebbe influire sul sonno riposatore. E’ un alga rossa che deriva dalla famiglia dei betacarotene, non ci sono controindicazione in caso di ipotiroidismo e malattie autoimmuni. Chiedere sempre al proprio medico.


Dr Fabrizio Marrone, Farmacista Esperto in Nutraceutica


FONTI:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3917265
/https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7696511/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *